Roger Federer e Rafael Nadal: la rivalità in 18 immagini (FOTOGALLERY)

Cornelia Mascio
Gennaio 28, 2017

Roger Federer ha raggiunto per la ventottesima volta in carriera una finale in un torneo del Grande Slam, sesta volta a Melbourne. Scherzi a parte tutti gli appassionati di tennis si aspettano una finale vera e combattuta e non una "farsa" come spesso purtroppo è capitato in passato.

Nel terzo set Nadal ha avuto due palle-break già nel terzo game, ma Dimitrov le ha annullate, poi ne ha concessa un'altra sul suo turno in battuta successivo e lo spagnolo questa volta l'ha sfruttata e si è portato sul 3-2. "E' difficile descrivere le mie emozioni, sono molto stanco", ha detto l'iberico al termine della maratona di semifinale. Dimitrov invece non ne aveva veramente più, e fallito l'ultimo assalto è crollato.

Nei primi anni del 2000 la sfida diventò un classico, che fosse Wimbledon, New York, Parigi o Melbourne la sfida per il titolo era sempre un'affare di famiglia.

La seconda semifinale del primo Major dell'anno ha visto i due tennisti non risparmiarsi mai, neanche quando Rafa dopo il primo set sembrava avere in mano l'incontro. Più chiaro di così. Ha battuto Melzer e Rubin ai primi turni, ha liquidato in scioltezza l'eterno incompiuto Berdych contro cui in molti (forse persino lui) pronosticavano la sconfitta. Tanto per rendere l'idea, i vicini francesi non vincono un torneo del Grande Slam dal 1983 (Yannick Noah al Roland Garros) e l'ultimo finalista fu Tsonga nel 2008 agli Australian Open.

La forma di re Roger era un'incognita dopo i lunghi mesi lontano dal circuito.

Sarà l'ennesimo confronto con l'eterno rivale Roger Federer, precisamente il 35esimo. Federer e Rafa sono stati e sono anche questo. Oggi Rafa ha fatto altrettanto, ma in quattro set, con Grigor Dimitrov, 25enne bulgaro dal gran talento. Mi sento fortunato. Giocare di nuovo contro Federer sarà un privilegio: "è qualcosa di speciale per entrambi". Il match rivede gli equilibri dei primi set ma nel corso del sesto game Stan si trova al servizio e sotto 15-40, la mano trema ed è doppio fallo. Meglio, le esibizioni possono aspettare.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE