Modica, promettono "miracoli" a malato di Sla: denunciati due catanesi

Modesto Morganelli
Febbraio 14, 2017

Nella giornata di giovedì 9 febbraio a Modica, in provincia di Ragusa, gli uomini della Polizia di Stato hanno denunciato due cittadini catanesi in stato di libertà, per truffa aggravata, circonvenzione di incapace e sostituzione di persona in concorso.

Truffatori senza scrupoli promettevano cure miracolose ad un malato di Sla, con falsi farmaci americani e cinesi che hanno messo a repentaglio la vita stessa della vittima.

L'indagine delle forze dell'ordine era scattata a seguito della denuncia del figlio della vittima. Come se non bastasse, i truffatori sarebbero riusciti a convincere il malcapitato ad accettare anche l'acquisto di un secondo farmaco proveniente dalla Cina e di un terzo prodotto a base di Aloe. I pagamenti, in totale quattromila euro e preventivi alla consegna, sarebbero stati effettuati tramite poste-pay.

In questo percorso criminale la vittima veniva altresì indotta ad interrompere le terapie mediche tradizionali assegnategli dal Servizio sanitario nazionale e, dopo avere rifiutato ben due ricoveri ospedalieri, si aggravava al punto di dover essere ricoverata presso in altra struttura sanitaria specializzata. Successivamente l'uomo avrebbe anche cercato conferme online, trovando alcuni riferimenti, e continuano a tenere i contatti con i denunciati via email. In breve la polizia ha proceduto all'identificazione degli autori dei reati, uno dei quali è risultato essere gravato da precedenti di polizia per delitti contro il patrimonio mediante frode ed, in particolare, per analoga truffa, perpetrata qualche anno fa introitando, all'epoca, più di 8 mila euro dalla vittima.

Sono in corso ulteriori accertamenti da parte della Polizia per individuare altre possibili vittime dell'odioso crimine.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE