Incidente a Vallelunga, Stefano Togni non ce l'ha fatta

Aristofane Mori
Febbraio 21, 2017

Ha perso la vita in un drammatico incidente sul circuito romano di Vallelunga il pilota romagnolo Stefano Togni, campione in carica del Trofeo Motoestate. Intanto il mondo dello sport e in particolare del motociclismo piange la morte di Stefano Togni.

Il 31enne di Savigliano ha perso il controllo della sua moto durante un turno di prove libere sul tracciato romano: secondo alcuni osservatori il pilota, che nel 2016 aveva vinto il trofeo nazionale "Moto estate", avrebbe patito il bloccaggio del posteriore prima di cadere e andare a sbattere lateralmente sulle barriere, prima di iniziare una terribile carambola sull'asfalto, mentre la sua moto rimbalzava poco lontano.

Subito da Savignano sono partiti i genitori Patrizia e Daniele (Stefano era il loro unico figlio), la moglie Camilla con la piccola Aurora di tre anni, insieme a diversi altri parenti e amici. "È una disgrazia che lascia senza parole" hanno dichiarato gli organizzatori dei Trofei Mes. Stefano Togni era partito con le minimoto a 14 anni. Le strade più battute dagli inquirenti sono quelle di un malore o di un guasto al motore che abbia sbalzato il pilota facendo impazzire la moto. Starà alla autorità giudiziaria stabilire cosa è realmente accaduto.

"E' successo a Vallelunga in una giornata di prove per togliere la ruggine invernale: girava in scioltezza provando un po' di cose sulla sua Yamaha".

Probabilmente il funerale verrà fatto a Savignano a fine settimana in quanto sicuramente ci saranno da espletare tutte le formalità di legge, compresa l'autopsia. "E poi la caduta e il tragico destino".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE