Mafia: blitz di Polizia e Dia nel trapanese, sei arresti

Aristofane Mori
Febbraio 21, 2017

TRAPANI- La polizia e la Direzione investigativa antimafia (Dia) di Trapani hanno eseguito sei arresti nell'ambito di una indagine sulla famiglia mafiosa di Alcamo (Trapani). La mafia alcamese, in particolare, utilizzava per gli incontri una cella frigorifera e da qui il nome dato all'operazione.

Quest'ultimo, sarebbe stato affiliato a Cosa nostra dal boss latitante Matteo Messina Denaro. "In mezza provincia di Trapani comando io" diceva Melodia mentre era però registrato di nascosto da un imprenditore al quale chiedeva un'estorsione. Arrestato, insieme ad altri cinque uomini d'onore, il capo mandamento Ignazio Melodia. I reati contestati vanno dall'associazione mafiosa, estorsioni a imprenditori e condizionamento delle elezioni comunali di Alcamo. Nell'occasione erano presenti: SINACORI e MESSINA DENARO Matteo; vi era inoltre in una stanza attigua anche il dottore PANDOLFO che entrò successivamente e venne anche lui affiliato.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE