Venditori 'porta a porta', tre denunce

Aristofane Mori
Febbraio 21, 2017

Acquisti che raggiungevano anche cifre superiori ai 2.000 euro.

In questo modo, tre venditori veneti, un 47enne della provincia di Venezia, un 46enne di Padova e un 30enne trevigiano, si presentavano a casa delle proprie vittime assoggettandoli psicologicamente fino a portarli all'acquisto di materassi o altri accessori per la casa.

Tre venditori 'porta a porta' veneti sono stati denunciati dai carabinieri di Guastalla per associazione a delinquere finalizzata alla truffa: chiudevano contratti per la vendita di materassi e accessori per la casa prospettando alle vittime, in caso di mancato acquisto, pignoramenti, ingiunzioni e sanzioni per decine di migliaia di euro. Ciò in ragione del fatto che nei contratti sottoscritti anni prima le vittime si erano impegnate (circostanza non corrispondente al vero) a effettuare un acquisto all'anno. In quell'occasione la donna cinquantenne di Guastalla aveva trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri, il cui intervento aveva bloccato l'operazione e portato all'avvio di una indagine che ora ha appurato altri simili casi, almeno sei, avvenuti nel nord Italia.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE