Barcellona falso? Dani Alves-Juventus: la verità che arriva dalla Spagna è clamorosa

Paola Ditto
Febbraio 23, 2017

Dani Alves a Torino non è riuscito a ritagliarsi il ruolo di protagonista che desiderava e ciò lo ha spinto a desiderare un ritorno in Spagna. Hanno dimostrato di essere falsi e senza un briciolo di gratidudine. Questa la seconda. La verità? E chissà che quelle sfogo non nasconda un pizzico di amarezza... Ma alla fine, Dani ALves sta bene dov'è, alla Juventus, che ha già un piede ai quarti di finale, al contrario del Barcellona reduce dal crollo del Parco dei Principi.

VELENO BARCELLONA - In realtà, pochi giorni fa, Dani Alves, raccontandosi al quotidiano spagnolo Abc, aveva dichiarato i motivi della rottura con il Barcellona, non proprio idilliaci: "Durante le mie ultime tre stagioni si parlava sempre di una mia possibile partenza, ma nessuno dei dirigenti è venuto a dirmelo in faccia. L'attuale dirigenza non è in grado di gestire i giocatori e le trattative". Come riportano i media spagnoli, il terzino brasiliano avrebbe avuto problemi di inserimento a Torino, sia da un punto di vista climatico sia dal punto di vista di approccio con i nuovi compagni.

"I goal di Pjaca e Dani Alves sono arrivati a distanza di 141" l'uno dall'altro, mai come in questo caso quindi, si può dire che i cambi effettuati dal Massimiliano Allegri sono stati decisivi.

Più Juve che Barça - Mentre il laterale difensivo rilasciava dichiarazioni di poco affetto verso il Barcellona, dunque, la verità è che le stesse erano scaturite dopo l'ultimo rifiuto del club catalano di riaccogliere il figliol prodigo a gennaio. Per il Barcellona la qualificazione è oramai una chimera e in Liga sta lottando per il titolo contro il Real capolista.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE