Fedeli... al reddito: incassi dei politici ai raggi X

Aristofane Mori
Marzo 5, 2017

Il ministro più ricco del governo Gentiloni è donna: è la titolare dell'Istruzione Valeria Fedeli a far da Paperone, dichiarando per il 2016 180.921 euro. In coda, invece, il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, con un reddito imponibile 2016 pari a 46.750 euro.

Ai piani alti della classifica dei più ricchi del governo, il ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini, che nel 2016 ha dichiarato un reddito imponibile di 148.692. Nell'altro ipotetico duello, tra Paolo Gentiloni e il suo predecessore Matteo Renzi, ha la meglio l'attuale premier che nel 2016 ha un reddito imponibile pari a 109.607 euro. La seconda carica dello Stato ha infatti un imponibile di 340.563 euro mentre quello della Boldrini è pari a 144.883 euro. Curva discendente per il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan: passato dai 216 mila euro percepiti in qualità di vicesegretario generale e capo economista Ocse prima di entrare a far parte del governo Renzi, ai 99.427 euro di reddito imponibile dichiarati nel 2015 fino agli 49.958 euro dichiarati nel 2016.

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, dichiara molto di più della presidente della Camera, Laura Boldrini. Lorenzo Dellai del gruppo Des-Cd ha dichiarato nel 2016 un imponibile di 98.475 euro, nel 2015 93.441 euro. Poi Enrico Costa, ministro per gli Affari regionali, con 112.034 euro, il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, con 104.473 euro, il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, con 104.432 euro, il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, con 102.300 euro, il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, con 102.058 euro, la ministra della P.a., Marianna Madia, con 98.816 euro. Stesso reddito per il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e il ministro dello Sport, Luca Lotti, con 98.471 euro.

Nella classifica figurano poi Il ministro della Coesione territoriale, Claudio De Vincenti (97.728 euro), il titolare dell'Ambiente Gian Luca Galletti (97.631 euro), la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin (97.576 euro), la ministra della Difesa, Roberta Pinotti (96.663 euro), la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi (96.571 euro), il ministro dell'Interno, Marco Minniti (92.237). La capogruppo eletta pochi giorni fa, del Mdp, Cecilia Guerra, dichiara 92.876.

Le dichiarazioni sono quelle del 2016 e si riferiscono ai guadagni del 2015. Segue il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta con 213.342 euro, il presidente del gruppo Misto Pino Pisicchio con un reddito pari a 189.129 euro. Crollo verticale, invece, per Beppe Grillo: nella dichiarazione del 2016, a causa dell'interruzione dei suoi tour nei teatri, il suo imponibile si ferma a 71mila euro, cinque volte di meno rispetto ai 355.247 euro dell'anno precedente ("sono l'unico che ci rimette in politica, ne sono orgoglioso"). Eppure il leader del M5S, nella dichiarazione dei redditi 2016 disponibile sul sito Parlamento.it, non dichiara variazioni avvenute rispetto all'anno precedente, come vendite o acquisti di immobili.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

PIÙ POPOLARE GrafFiotech

Segui i nostri GIORNALE