Riciclaggio e abuso d'Ufficio, operazione "Dati Incrociati" arrestato l'imprenditore Colasante

Aristofane Mori
Marzo 6, 2017

Auto riciclaggio per circa 4 milioni e mezzo di euro e abuso d'ufficio. Un'altra persona è stata arrestata: si tratta di una dipendente della Asl, finita ai domiciliari.

La Spadaccini ha avuto un malore mentre si trovava in commissariato. In totale gli indagati sono nove.

Originario di Guardiagrele ma residente a Lanciano, Colasante è stato prelevato all'alba dalla polizia nella sua villa di via Don Minzoni, nel capoluogo frentano.

L'inchiesta "Dati incrociati", che prende il nome dall'intercettazione in cui si sente dire "se incrociano i dati sono guai", riguarderebbe la sanità e gli appalti nella Asl provinciale per lavanderia e sterilizzazione degli strumenti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE