Arriva il nuovo bonus per i disoccupati: ecco come funziona

Aristofane Mori
Marzo 20, 2017

Uno degli obiettivi del Jobs Act è che tutti abbiano gli stessi diritti, l'Anpal deve coordinare e mettere in pratica le politiche sul territorio nazionale. Poi la misura dovrebbe estendersi fino a 300mila disoccupati entro l'estate. Ecco nel dettaglio come funziona.

Mentre il dibattito sui voucher rimane ben acceso, tra chi si propone di ridurli solo alle famiglie e chi preferirebbe piuttosto eliminarli del tutto, entra in fase sperimentale l'assegno di ricollocazione, un nuovo strumento messo a disposizione per i disoccupati alla ricerca di nuovo impiego. "Non si sostituisce a forme di sostegno al reddito ma è una specie di incentivo per il futuro che servirà ad un'impresa che darà un contratto di lavoro e ad avere, a seconda delle qualifiche, un assegno più o meno consistente".

Sono partite oggi le 30mila lettere che l'Anpal, l'Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro, ha inviato ai destinatari della sperimentazione del cosiddetto assegno di ricollocazione.

L'assegno non viene erogato direttamente all'utente ma agli operatori, attraverso un meccanismo fortemente incentivante, perché l'operatore sarà retribuito solo a risultato raggiunto, cioè alla firma di un contratto di lavoro.

I valori oscillano da mille a 5mila euro in caso di contratto a tempo indeterminato (compreso apprendistato); da 500 a 2.500 euro per contratto a termine superiore o uguale a sei mesi; da 250 a 1.250 euro per contratto a termine di tre-sei mesi (in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia). Al Sud si prevede il pagamento di un quarto dell'importo dell'assegno per contratti superiori a tre mesi. L'assegno ha una durata di sei mesi e può essere prorogato per altri sei.

Che cosa sono gli assegni di ricollocazione?

Fino a 5mila euro per l'agenzia privata o il centro per l'impiego che trovano un lavoro al disoccupato iscritto e che fa richiesta.

I soggetti erogatori L'assegno di ricollocazione può essere speso sia presso un Centro per l'Impiego sia presso un soggetto presente nell'Albo nazionale dei soggetti accreditati a livello nazionale o regionale sezione prima o terza. Tutte le sedi operative verranno geo referenziate all'interno del Sistema Informatico Unitario.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE