Boxe femminile, paura per Francesca Moro: emorragia cerebrale dopo il match

Paola Ditto
Marzo 21, 2017

Francesca Moro, la 26enne che si è sentita male al termine di un incontro di boxe sabato pomeriggio a Chieti, è stata operata sabato notte per drenare un ematoma che si era formato nel cervello.

Si è svolto giovedì e venerdì scorso a Chieti il torneo nazionale italiano di boxe femminile, manifestazione con oltre 140 atlete iscritte. Subito soccorsa, è stata trasportata in un primomomento all'ospedale di Chieti da un'ambulanza della Croce Rossae di lì, intorno alle 20, è stata trasferita all'ospedale diPescara dove si trova nel reparto di Neurochirurgia.

Ematoma drenato - A Pescara, il suo ematoma subdurale acuto è stato drenato. Resterà sedata almeno fino a lunedì: determinante l'evoluzione del quadro clinico nelle prossime ore.

Nel pomeriggio di ieri è riuscita a portare a termine il match. Fino a quel momento tutto si era svolto normalmente.

FESTA DI LAUREA - Non si dà pace neanche Luciano Favaro, presidente della Union Boxe Mestre, il club di Francesca: "La visita medica di fine gennaio l'aveva confermata idonea all'attività sportiva - racconta al telefono - neanche noi riusciamo a spiegarci quello che è successo". Un match equilibrato che Francesca ha perso ai punti contro Clara Pucciarelli delle Fiamme oro Lazio.

Non ancora chiare le cause, resta da stabilire se l'emorragia sia stata causata da una patologia congenita pre-esistente, o se si sia trattato di uno sfortunato incidente, nonostante indossasse tutte le protezioni previste dal regolamento. Francesca Moro ha perso ai punti il match categoria 57kg in semifinale. Perché questo non è il momento delle parole, ma del silenzio e della speranza. Il fratello di Francesca, Adriano, allenatore della giovane, è accanto a lei all'ospedale di Pescara. Speranza che ha la meglio in Favaro: "Non aveva subito alcun colpo particolare ma alla fine del terzo round, tornando all'angolo, ha detto che si sentiva un po' tremare le gambe, forse per la stanchezza".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE