F24 a saldo zero: ravvedimento operoso per l'omessa presentazione

Cornelia Mascio
Marzo 21, 2017

È stata pubblicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate la Risoluzione n. 36/E, che riporta le indicazioni per sfruttare le sanzioni ridotte nel caso in cui si dimentichi di presentare il modello F24 a saldo zero.

Il Fisco spiega il ravvedimento per chi non presenta o presenta in ritardo l'F24 a saldo zero. Poiché, nel caso di specie, la sanzione base è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell'arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata.

Se l'errore è corretto entro novanta giorni, l'Agenzia specifica che la sanzione prevista per l'omessa presentazione del modello in cui si effettua la compensazione dal primo gennaio del 2016 è generalmente di 100 euro. La sanzione scende a 50 euro, però, se il ritardo non supera 5 giorni lavorativi. Con la legge di stabilità 2015 (legge 190/2014), il ravvedimento è inibito solo dalla notifica di atti di liquidazione o accertamento, comprese le comunicazioni da controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni.

11,11 euro (1/9 di 100 euro), se il modello F24 viene presentato con un ritardo superiore a cinque giorni lavorativi ma entro novanta giorni dall'omissione.

16,67 euro (1/6 di 100 euro) se l'F24 a saldo zero viene presentato superati i due anni dall'omissione.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE