I cuori sani sono in Bolivia

Modesto Morganelli
Marzo 21, 2017

C'è qualcuno, però, che li ha battuti in termini di salute e benessere. "Messa in un altro modo, le arterie degli Tsimane sono più giovani di 25-30 anni rispetto a quelle di persone che vivono in una città occidentale". Sono le donne giapponesi si avvicinano a tali risultati, pur rimanendo su un gradino più basso. La ricerca è stata condotta su 705 persone, andando a cercare le calcificazione nelle arterie; all'età di 45 anni quasi nessuno ne aveva, mentre in America ne soffre una persona su 4.

Lo stile di vita degli indigeni in questione, dunque, sembra essere piuttosto salutare visto che non fumano nemmeno, e sembra essere proprio questo stile di vita che ne ha fatto la popolazione col cuore più sano. Gli autori della ricerca, tuttavia, ritengono che gli Tsimani abbiano 2 consigli da dare al resto del mondo. In Bolivia, dunque, ci sarebbe il cuore migliore di tutti dal punto di vista della salute, delle condizioni in cui c'è si mantiene il nostro organo più importante quello che ci permette di vivere la vita. Nell'alimentazione c'è poca carne (17%) e pesce (7%) ma c'è tutto quello che arriva dall'agricoltura locale, come mais, radici di manioca e platano e riso, oltre che frutta e noci. Si parla di 17 mila passi al giorno, 16 mila per le donne e 15 mila per gli anziani. Poco fumo, infine, ma un numero maggiore di infezioni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE