L'Orlandina vince in volata, Caserta lotta ma perde ancora

Modesto Morganelli
Marzo 21, 2017

La Pasta Reggia non molla e con Watt è di nuovo a -2 (71-69). Finisce 74-71 per la Betaland che è virtualmente nei playoff. Per Torino 15 punti di Washington.

Vince ancora Capo d'Orlando, perde ancora Caserta. Il secondo quarto si apre con problemi di falli che costringono Dell'Agnello a richiamare in panca un positivo Cinciarini. Nell'ultimo periodo i padroni di casa hanno amministrato senza soffrire. Coach Dell'Agnello difende la squadra: "Ha dato tutto, ci è mancato il tiro da tre".

Come un fulmine a ciel sereno è arrivata poi la notizia dell'abbandono di Edgar Sosa, che ha comunicato la sua volontà di lasciare la squadra, adducendo "motivi personali", e la società casertana lo ha accontentato con la rescissione del contratto, decisione saggia, in quanto tenere all'interno di una squadra in crisi un giocatore senza motivazioni non sarebbe stata sicuramente una buona scelta. Discorso opposto per i bianconeri, che devono guardarsi alle spalle, ma mantengono 6 punti di vantaggio sull'ultima.

La ventitreesima giornata si è infatti conclusa con i successi delle seconde in classifica - Venezia e Avellino - ma anche delle dirette inseguitrici, come Capo d'Orlando e Trento.

Ad inizio ultimo quarto i siciliani sono volati sul +9 (62-53) e poi sul +10 (66-56). La partita si fa "infuocata" con diversi errori da oltre l'arco dei cremonesi dei quali approfittano i siciliani per prendersi il vantaggio definitivo. Sono certo - continua il tecnico - che il gruppo, come sempre, si prenderà le sue responsabilità e reagirà di conseguenza.

Galipò ne, Tepic 8, Iannuzzi 14, Laquintana 5, Nicevic ne, Delas 2, Diener 5, Donda ne, Ivanovic 22, Archie 8, Stojanovic 10, Munafò ne.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE