Brexit: May, lasciamo l'Ue secondo volere del popolo

Aristofane Mori
Marzo 31, 2017

In contemporanea a Bruxelles l'ambasciatore inglese Tim Barrow consegnava nelle mani di Donald Tusk (foto in alto), attuale presidente del Consiglio dell'Unione Europea, la lettera con la quale il Regno Unito, appellandosi all'Articolo 50 del trattato firmato dai 28 Stati membri, chiedeva in maniera ufficiale di non far parte più di questo organo centrale.

"Di fatto, il Regno Unito e l'Italia collaborano strettamente su molti dei temi più caldi del nostro tempo - dalla lotta al Daesh alla gestione della crisi migratoria nel Mediterraneo", commenta la premier britannica. Questo il succo del lungo discorso che il primo ministro Theresa May ha tenuto quest'oggi in Parlamento a Londra, in occasione del primo giorno del percorso della durata di due anni che porterà l'UK fuori dall'UE. Oltre Repubblica, Theresa May ha scelto il giornale irlandese The Irish Times, il polacco Rzeczpospolita, lo svedese Dagens Nyheter, lo spagnolo El Pais, il francese Le Parisien e il tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung.

"È nostro intento - assicura May -assicurarci che l'Europa rimanga forte e prospera e che sia in grado di proiettare i propri valori, di avere un ruolo guida nel mondo e di sapersi difendere dalle minacce alla propria sicurezza, e vogliamo che il Regno Unito continui a svolgere il proprio ruolo nel conseguimento di questi obiettivi, attraverso una nuova partnership con una Ue forte". Piuttosto, il referendum è stato un voto per ripristinare la nostra. Allo stesso modo, siamo consapevoli delle conseguenze che comporterà lasciare l'Ue per il Regno Unito: perderemo la nostra influenza sulle misure che regolano l'economia europea. È nell'interesse della partnership tra Regno Unito e Unione Europea consentire alle nostre aziende di commerciare e operare all'interno dei mercati europei in massima libertà e lo stesso vale per le aziende italiane nel Regno Unito. "In un mondo sempre più instabile, questa collaborazione è importante per tutti".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE