"Rifiuti da Palermo a Catania" La denuncia della Fit Cisl

Aristofane Mori
Aprile 3, 2017

Provvedimento che, come denunciato ieri dalla Fit Cisl, metterebbe a rischio la tenuta dei conti dell'azienda di piazzatta Cairoli. Il conto per la Rap verrebbe davvero salato: 100 euro per il conferimento di una singola tonnellata, più il costo del trasferimento dell'immondizia da Palermo all'impianto etneo. Abbiamo ripetutamente sollecitato l' amministrazione comunale, la Rap ed il governo regionale a guardare in prospettiva, fuori da logiche di contrapposizione politica, con il monito che eventuali effetti negativi non sarebbero dovuti ricadere sui lavoratori. Nel corso dell'incontro con il dirigente regionale Maurizio Pirillo, cui ha partecipato in rappresentanza del Sindaco l'Assessore Sergio Marino insieme con il Presidente della RAP Roberto Dolce, è stata ribadita la totale contrarietà dell'Amministrazione comunale al provvedimento, "che - afferma Orlando - avrebbe ricadute gravissime sui costi aziendali per la RAP e quindi sulla qualità del servizio che l'azienda offre ai cittadini di Palermo".

L'ordinanza della Regione nasce dalla necessità di scongiurare la saturazione della discarica di Bellolampo. "Avevamo anche sollecitato la velocizzazione degli iter per la costruzione della settima vasca e per una maggiore spinta sulla raccolta differenziata". Anche per il fatto che accoglie l'immondizia di altri Comuni del Palermitano. Non è prevista però una data di scadenza.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE