Vaccini: bufera dopo un'inchiesta di Report. Ma è decisivo fare più informazione

Aristofane Mori
Aprile 19, 2017

"Le Regioni che hanno introdotto la vaccinazione contro l'HPV anche per il maschio sono state lungimiranti - commenta il Presidente Giuseppe Mele -".

Sul caso è intervenuta anche la senatrice Pd Francesca Puglisi, prima firmataria di un ddl per rendere obbligatorie le vaccinazioni fin dalla scuola dell'obbligo: "Incredibile che il servizio pubblico ieri si sia unito alla campagna contro i vaccini ed in particolare quello contro l'Hpv, con una totale assenza di pluralismo scientifico - dice - Spero che il dg Campo Dall'Orto e Rai 3 trovino il modo per riparare al danno fatto da Report, magari concordando una campagna con il ministero della Sanità". "Tutto cio' accade proprio mentre medici e scienziati di ogni parte del mondo, e mentre le istituzioni internazionali e nazionali sono impegnate in una campagna mediatica a favore della salute pubblica, per controbattere ai falsi miti degli anti-vax, che sfruttano paura ed ignoranza per convincere i genitori a rinunciare ai vaccini". I vaccini sono indiscutibilmente una delle più grandi scoperte scientifiche della storia, con la loro efficacia hanno permesso di ridurre drasticamente la mortalità o debellare totalmente malattie un tempo incurabili o gravemente invalidanti.

PAPILLOMA VIRUS, VACCINO ANTI HPV: IL VIROLOGO BURIONI CONTRO REPORT (OGGI, 18 APRILE 2017) - Roberto Burioni, professore Ordinario di Microbiologia e Virologia all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, ha contestato il servizio di Report sul papilloma virus e il vaccino anti HPV, sostenendo che la trasmissione abbia diffuso "bugie". "Queste condizioni sono entrambe necessarie per lo sviluppo del cancro del collo dell'utero e di altre neoplasie quali quelle dei distretti testa-collo, vulvovaginale e anale, come dimostrato da una serie di ricerche culminate con l'assegnazione del premio Nobel per la Medicina nel 2008". Ciò non può che generare paure immotivate, spingendo gli ascoltatori verso scelte pericolose per la propria salute e per tutta la comunità. Contro la Rai si scaglia anche il senatore Dem Andrea Marcucci che twitta: "Intollerabile che dal servizio pubblico vengano diffuse falsità contro i vaccini".

Il programma è comunque andato in onda ed quindi scattata la querela nei confronti dell'autore Giorgio Mottola e del giornalista Sigfrido Ranucci. Secondo quanto riportato da Report, per prevenire l'HPV in Italia è stato introdotto il vaccino anti-papilloma virus. Le nostre autorità sanitarie hanno potuto contare su una valutazione positiva dell'Agenzia Europea del Farmaco, che ha dichiarato sicuro questo tipo di vaccini. "Il compito dell'Ema - precisa l'ente regolatorio Ue - non è quello di mettere in discussione l'esistenza o meno dei sintomi presentati dalle giovani che li hanno riportati, ma quello di capire se questi sintomi siano o no in relazione con un trattamento che l'Ema ha autorizzato e sorveglia". A sollevare la questione è un gruppo di ricercatori indipendenti danesi che accusano l'agenzia di aver sottovalutato le reazioni avverse.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE