Inter, l'avvicinamento al derby: le ultime da Appiano Gentile

Brunilde Fioravanti
Aprile 20, 2017

Questo è il significato del Derby di Milano che per la prima volta nella sua storia si gioca alle 12.30. La classifica vede i rossoneri sesti e in vantaggio di due punti sui cugini, ma lo scontro diretto potrebbe mischiare le carte. Gli abbonati possono guardarla anche su Mediaset canale Premium Sport e Premium Sport HD. Inter-Milan sarà disponibile anche in streaming gratis su tablet, pc e smartphone grazie alle applicazioni Sky Go e Premium Play. Ecco i due possibili schieramenti.

Handanovic, Berni, Carrizo, Nagatomo, Andreolli, Santon, Murillo, Sainsbury, Miranda, D'ambrosio, Ansaldi, Perisic, Banega, Kondogbia, Gagliardini, Medel, Candreva, Brozovic, Joao Mario, Biabiany, Palacio, Gabigol, Eder, Icardi. Allenatore Pioli. Squalificati: nessuno.

A poche ore dal via Stefano Pioli e Vincenzo Montella sembrano avere idee chiare sulle scelte delle formazioni da mandare in campo.

Il Milan non demorde e ci riprova prima con Deulofeu e poi con Bacca ma niente; finalmente, al 38° minuto, Romagnoli segna il 2 a 1. Indisponibili: Abate, Bonaventura, Montolivo, Bertolacci. Dovrebbe essere, infatti, l'ultima partita di Silvio Berlusconi da presidente del club regalando così un significato decisamente particolare all'incontro. Confermato il tridente Deulofeu, Bacca, Suso. Tornando alle statistiche, in campionato i nerazzurri comandano con 61 vittorie, mentre i rossoneri ne hanno totalizzate 51; 53, invece, i pareggi.

Sono 39 i broadcaster a garantire la diretta del derby, con l'Europa seconda macro area dopo quella orientale, con 20 televisioni collegate e 186 milioni di tifosi raggiunti; al terzo posto Centro e Sud America, con tre televisioni e 98 milioni di potenziali spettatori. L'Inter ci arriva a seguito di un periodo certamente non positivo: le due sconfitte consecutive contro Sampdoria e Crotone (entrambe per 2-1) rischiano di compromettere le velleità europee dei nerazzurri, settimi con 55 punti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE