Killer ricercato: controlli approfonditi in un casolare

Aristofane Mori
Aprile 20, 2017

L'edificio è un grande casolare diviso in una decina di piccoli appartamenti abitati da famiglie italiane e straniere; le ipotesi investigative al momento sono due: o qualcuno ha dato ospitalità al killer in fuga per qualche ora, oppure Norbert Feher è stato così astuto da trovare un nascondiglio in quel casolare senza che nessuno dei suoi abitanti se ne accorgesse. L'uomo ha chiamato i carabinieri, che sono arrivati in una cinquantina con paracadutisti e cani molecolari per setacciare il bosco. Il colonnello aggiunge che stanno facendo il possibile per rintracciarlo, continuando a monitorare i territori della Bassa al confine tra Bologna e Ferrara ed inviando tracce eventuali del ricercato ai Ris. E la traccia fiutata ieri dai cani sembra indichi un passaggio recente.

Il cellulare non è intestato a Feher ma era lui a disporne, come indicano gli accessi al suo profilo Facebook per cancellare le fotografie che avrebbero potuto compromettere i suoi contatti. L'arrivo di numerose pattuglie dei Carabinieri ha portato a chiudere le strade circostanti l'abitazione finita sotto la lente di ingrandimento da parte degli inquirenti a caccia di Igor Vaclavic.

Anche sulle farmacie in zona resta alta l'attenzione, vengono visionate le immagini delle telecamere di videosorveglianza e ogni giorno i carabinieri sono in contatto con i farmacisti perché segnalino qualsiasi cliente sospetto. Un altro inquilino, operaio, ha trovato la casa circondata tornando da lavoro: "Ci sono i garage e le cantine esterne - spiega - non possiamo sapere se si è nascosto lì dentro di notte". La sensazione è che il cerchio attorno al serbo accusato degli omicidi del barista Davide Fabbri e della guardia ecologica volontaria Valerio Verri, si stia sempre più stringendo. Chiuse le anteprime nel capoluogo, il ricco programma del festival - presentato in Città Metropolitana tra gli altri dal sindaco metropolitano, Virginio Merola e dal primo cittadino di Budrio, Giulio Pierini - prosegue a Budrio con appuntamenti e concerti in vari luoghi del Paese, dal Teatro Consorziale al Museo dell'Ocarina. Ieri, intanto, in Procura si è svolto il vertice tra gli inquirenti per fare il punto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE