Tangenti Anas, perquisizioni negli uffici della Regione

Aristofane Mori
Aprile 20, 2017

"Sto proseguendo nel mio incarico per la realizzazione dell'albergo diffuso - conclude Ester Bonafede - I lavori vanno avanti e dovranno concludersi entro luglio".

L'inchiesta dei pm di Firenze non ruoterebbe soltanto intorno agli appalti Anas ma anche intorno a presunti illeciti nella realizzazione di un albergo a Sambuca di Sicilia, nell'agrigentino. Bonafede, che svolge la professione di architetto, non è coinvolta in quanto ex assessore regionale - peraltro nella Giunta Crocetta aveva la delega alla Famiglia e agli Enti locali -, ma come tecnico. I lavori riguardano la ristrutturazione di una trentina di immobili nel centro storico del paese da parte di un imprenditore del settore turistico, per un importo complessivo di circa quattro milioni di euro cofinanziato al 50% con Fondi Europei. Carrara e Bonafede avrebbero individuato nell'imprenditore Giuseppe Cassarà, molto noto nel settore turistico e considerato "loro socio occulto", colui che avrebbe incassato i finanziamenti pubblici per poi appaltare i lavori del residence alla Infrarec.

Nell'ambito delle stesse indagini otto imprenditori sono finiti stamani agli arresti domiciliari con l'accusa di corruzione nelle procedure di assegnazione di appalti e commesse del compartimento Anas di Firenze. Gli imprenditori in questione, nella prima tranche dell'indagine, erano già stati sottoposti a misura cautelare custodiale e successivamente hanno cessato i loro incarichi in Anas. Tra gli indagati ci sarebbero un ex assessore regionale e un funzionario della Regione. Numerose le perquisizioni mentre altre persone sono state iscritte nel registro degli indagati.

Nello specifico, un'azienda siciliana in particolare, amministrata in passato da uno degli arrestati e perquisita nella prima fase delle indagini, si assicurò appalti dall'Anas di Firenze per oltre 5 milioni di euro nel 2015. Amministratore di fatto, spiegano gli investigatori, era un altro degli arrestati, che avrebbe agito d'intesa con un avvocato palermitano: Carmelo Carrara.

Associazione per delinquere, corruzione ed estorsione l'accusa che ha coinvolto il compartimento Anas di Firenze.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE