Tap, il Tar respinge il ricorso della Puglia per l'espianto degli ulivi

Aristofane Mori
Aprile 20, 2017

Dopo l'udienza di ieri, i giudici della terza sezione hanno trattenuto il ricorso della Regione Puglia per la decisione di merito.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. E così, con ogni probabilità questa mattina sarà messa nero su bianco con un'ordinanza la revoca della sospensiva riguardante l'espianto degli ulivi, vale a dire la rimozione degli alberi che devono far posto al gasdotto Tap. Il Tap è un'opera "dichiarata infrastruttura strategica, di preminente interesse per lo Stato".

"La Regione, peraltro - evidenzia l'Avvocatura dello Stato -, se avesse ritenuto esistente un pericolo connesso all'espianto, ben avrebbe potuto, a tempo debito, rimuovere e revocare in sede di autotutela la propria autorizzazione". Nella difficile partita che si sta giocando nel cantiere di San Basilio l'ultima mossa è stata quella del Tar del Lazio che ha sospeso l'espianto degli ulivi che hanno avuto la 'sfortuna' di trovarsi lungo il tracciato a terra del micro-tunnel. Oggi, invece, la decisione finale, con il no definitivo al ricorso della Regione. Tap ricorda che il ministero dell'Ambiente già lo scorso 25 ottobre ha dichiarato il rispetto da parte della società del gasdotto della prescrizione A44 sull'espianto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE