Zanda chiederà voto palese Senato sulle dimissioni di Minzolini

Aristofane Mori
Aprile 20, 2017

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore.

L'ex direttore del Tg1 era stato condannato per peculato in riferimento all'utilizzo della carta di credito aziendale della Rai, ma lo scorso 16 marzo il senato aveva votato contro la decadenza.

L'aula del Senato ha accolto la richiesta di dimissioni presentate dal senatore di Forza Italia, Augusto Minzolini, con 142 voti favorevoli, 105 contrari e 4 astenuti. Ma soprattutto il Pd "che ha fatto passo avanti sulla strada del garantismo". Nel voto segreto, tuttavia, si può nascondere di tutto, compresi i 'tiri mancini' fatti in realtà per far ricadere la colpa su qualcun altro. "Poi c'è chi lo ha fatto per opportunità" attuando "un comportamento che ricorda quello di Pilato". "O si cambia questa - avverte - o si cambia la Costituzione". Ma "il voto su di me del 16 marzo dimostra che quando vuole il Parlamento sa reagire". E il voto di oggi sulle sue dimissioni ("è stata una mia libera scelta") "non è una partita di ritorno di quel 16 marzo". Lo si apprende da ambienti Dem di Palazzo Madama. Se fossero coerenti i parlamentari del M5s "dovrebbero dimettersi in massa mettendo fine alla legislatura senza la tanto vituperata pensione". Ma sarebbe molto utile, per la dignità del Senato, essere chiamati oggi a votare con voto palese.

L'Aula del Senato ha poi invece respinto per la quinta volta le dimissioni del senatore ex M5S Giuseppe Vacciano.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE