Marquez imbattibile ad Austin, Rossi nuovo leader

Paola Ditto
Aprile 24, 2017

Al termine della corsa sono state queste le parole di Marquez ai microfoni di Sky Sport: "Sono molto contento, non era una gara facile". Quando ho visto che ha iniziato a soffrire, ho capito che era giunto il momento di attaccare. "Sono riuscito a superarlo e a spingere qualche giro".

A tal proposito ha dichiarato: "non mi è stato segnalato nulla, perché quando ho passato Pedrosa ho preso subito un po' di margine e al box, giustamente, hanno pensato che non fosse importante che sapessi della penalizzazione". Un po' a sorpresa, Rossi si trova in testa alla classifica, senza aver ancora vinto in questo Mondiale.

Soprattutto si attende il cambio di passo da parte dell'atteso, Jorge Lorenzo (soltanto nono), pagato a peso d'oro per riportare il titolo a Borgo Panigale, ma ancora non convincente in pista.

A partire meglio di tutti in questo Moto GP Texas, è stato, tuttavia, Pedrosa, il quale sino all'ottavo giro si è difeso molto bene dal ritorno di Marquez, ma poi ha dovuto cedere agli attacchi del compagno che lo ha sorpassato sull'esterno in curva. "Sono contento e riesco essere veloce fino alla fine". Ho 23 punti più del 2016, stiamo lavorando bene, c'è una bella atmosfera. Nel corso sesto giro fra Rossi e Zarco c'è un contatto, l'italiano taglia una chicane e rientra in pista senza rallentare a sufficienza. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. Il specimen del mucchio della Honda Hrc ha approfittato del di loro feeling verso il a stelle e strisce ed è perfetto a fare fatica guadagnarsi il pane al la parte migliore la sua impulso utilizzando le gomme Michelin della mescola il maggior numero dura sia in prima fila le quali appresso. E poi, quando sei a 180 km/h e vedi un'ombra nera sulla sinistra, non hai tempo di decidere: vai dritto e basta. Marquez quindi si riscatta e consolida pure il suo feeling con gli Stati Uniti - con questa sono 9 filati i successi di Marc quando si corre sul suolo americano, roba da chiedere un secondo passaporto ad honorem a Trump -, ma Rossi è della partita.

Ecco com'è cambiata la classifica del mondiale MotoGP 2017 dopo la gara di Austin. Rossi mette nel mirino Marquez, ma uno scatenato Zarco prova ad attaccarlo: i due si toccano e Rossi è costretto a tagliare per evitare di finir giù.

DIFESA: Valentino Rossi ha disputato una gara intelligente. Ma la gomma sul lato destro davanti era completamente andata e ho cercato di salvare la gara. "E magari posso perfino imparare qualcosa da lui".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE