Immobile, con Juve la partita perfetta

Brunilde Fioravanti
Mag 18, 2017

Quali sono i motivi per cui dovremmo dire Lazio al cospetto della squadra dominatrice del calcio italiano?

La Juventus torna all'Olimpico dopo la sconfitta contro la Roma in campionato per affrontare la Lazio, nell'ambito della finale di Coppa Italia; i bianconeri sono ancora in gioco su tutti i fronti e l'obiettivo dichiarato della squadra di Max Allegri è chiudere la stagione con il botto portando a casa il triplete che manca in Italia dai tempi dell'Inter di Mourinho.

Il centrocampista tedesco era uscito nel corso del primo tempo nel ritorno della semifinale contro il Monaco.

Nessuna 'mission impossible' ma per battere la Juventus nella finale di Coppa Italia "servirà la partita perfetta".

Simone Inzaghi, sabato a Firenze, lo ha risparmiato per gran parte del match. Soprattutto per via dell'attacco biancoceleste, che ha segnato ben 20 reti nelle ultime 4 partite giocate, La difesa della Juve, invece, ha sempre subìto gol nelle ultime tre gare così come ha puntualmente incassato almeno una rete in tutte le sfide di Coppa Italia giocate quest'anno. Qualcosa intanto è cambiato nel sistema Lazio, che s'è trasformata a tre in difesa affiancando Keita a Immobile in attacco. Allegri non ha alcuna intenzione di risparmiare i big in vista della finale di Champions League e si affiderà alla formazione tipo con la sola eccezione di Neto tra i pali al posto di Buffon e di uno tra Marchisio e Rincon in luogo dello squalificato Pjanic. In definitiva, sul piano del gioco, la Lazio s'è nettamente avvicinata alla capolista. In Coppa Italia, però, i numeri sono positivi con tre successi in altrettanti confronti diretti. Non bastasse, Khedira e Marchisio potrebbero non recuperare lasciando, nel caso peggiore, un bel vuoto nel centrocampo juventino. Polemiche che dettero parecchio fastidio al capitano bianconero.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE