J-Ax dice a Jad: "Fai quello che vuoi, tieniti il nome, da oggi per me questa faccenda degli Articolo 31 è finita"

Brunilde Fioravanti
Mag 19, 2017

J-Ax non sembra avere dubbi sul futuro degli Articolo 31: pietra sopra.

Gli Articolo 31 in guerra: tra J-Ax e dj Jad è faida social, non solo per il nome/marchio della storica band, ma anche per fatti personali.

Io mi sono ricostruito, ripartendo da zero una mia carriera e i primi anni avrei fatto più soldi mettendo il nome e nei miei concerti faccio solo brani di "Domani smetto", di cui scrissi tutte le canzoni, album che ci riportò nei palazzetti dopo essere finiti a suonare davanti a 800 persone nei club. "E non voglio esprimere opinioni a riguardo, ci tengo a precisare che è un'iniziativa che non supporto e ne sono totalmente estraneo". A renderlo noto fu il legale di Jad Michele Cianci. Torna così alla ribalta - e non come speravamo, visto che si tratta di una faida tra ex amici - il gruppo Articolo 31.

"Amo e rispetto il mio passato - dice il partner professionale di Fedez - ma sono contento di vivere il mio presente". "Gli volevo bene come a un padre" ha detto Jad, spiegando di non aver mai ceduto i diritti e dichiarando di come J-AX non si fosse neanche preso la briga di fargli le condoglianze quando morì la madre del dj. "Ho voltato pagina e ho scritto una nuova storia, all'inizio ignorata da radio, giornalisti e tv".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE