Stazione Milano: Sala, marcia si farà

Cornelia Mascio
Mag 19, 2017

E' per annullare la marcia del 20 maggio "Insieme senza muri" anche il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che da Mantova ha commentato l'aggressione di ieri sera.

Contrario all'annullamento della manifestazione il sindaco di Milano, Beppe Sala: "Vedo alcuni che chiedono l' annullamento della marcia - afferma - e ripenso a quanti erano in coda per rubare un selfie con il Papa nel corso della sua visita a Milano, salvo dimenticarsi all'istante l'insegnamento del Santo Padre".

(AdnKronos) - "Il criminale che ha accoltellato gli uomini delle forze dell'ordine e' figlio di madre italiana e di padre nordafricano ed e' italiano a tutti gli effetti".

Sala, che insieme al Prefetto e al questore è stato in ospedale a far visita ai due feriti, per esprimere "vicinanza e riconoscenza", chiede però "lucidità" nell'analisi di quanto accaduto. Questo è infatti il commento che ha postato sulla sua pagina Facebook a commento dell'accoltellamento di tre membri delle forze dell'ordine ieri sera in Centrale. "Ciononostante a qualcuno fa comodo buttare questo atto criminoso sul conto dei migranti".

Milano, 19 mag. (askanews) - "Il sindaco Giuseppe Sala, adesso che ha la pancia piena dopo averci fatto invadere da altri cinquemila immigrati richiedenti asilo, si metta a fare il mestiere per cui è stato eletto, cominci ad affrontare e risolvere i problemi dei milanesi, non solo quelli degli immigrati che rappresentano la priorità di questo sul primo anno di mandato".

"Dobbiamo agire" - ha sottolineato Sala - "soprattutto perche' il tema dell'immigrazione e' un aspetto dominante della nostra vita, e con il Protocollo ci siamo presi la nostra responsabilità, con la convinzione che possiamo lavorare con un sistema collaborativo" costituito anche da Questura e Prefettura. Invito tutti a una presenza pacifica che aiuti la riflessione su una tematica così rilevante. "Forse un po' di coerenza non guasterebbe", conclude.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE