A Napoli per donare il midollo alla figlia, mamma muore in ospedale

Aristofane Mori
Mag 21, 2017

È il dramma di Nadia, una donna ucraina di 35 anni, venuta a Napoli per donare il midollo a sua figlia. E Nadia, caparbia, era arrivata pochi giorni fa in Italia per donare il midollo a sua figlia e ridarle vita e speranza.

Ma dopo aver fatto i prelievi necessari per verificare la compatibilità ha un'improvvisa emorragia celebrale che la porterà alla morte dopo una settimana. Nadia è stata ricoverata d'urgenza nel reparto di terapia intensiva dell'Ospedale Cardarelli, ma nulla da fare. Ed entra, entra comunque, a suo modo. Infatti, quando i medici contattano il marito della donna per chiedere il consenso alla donazione degli organi l'uomo, nonostante l'enorme sofferenza, decide di acconsentire alla donazione degli organi.

Quella di Nadia, è stata una delle 3 donazioni d'organi registrate al Cardarelli e una delle 5 avvenute in Campania in una sola settimana. Sarà lui, adesso, a provare a donare il midollo alla bimba di 7 anni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE