Replica Era d'estate, film su Falcone e Borsellino: Streaming su Rai Replay

Brunilde Fioravanti
Mag 30, 2017

Con il supporto di Francesca (Valeria Solarino) e Agnese (Claudia Potenza). Prodotto da Domenico Procacci per Fandango con Rai Cinema, con il sostegno della Sardegna Film Commission e realizzato con il sostegno della Regione Lazio - Fondo Regionale per il Cinema e l'Audiovisivo, il film è stato presentato in pre apertura alla Festa del Cinema di Roma 2015.

Si intitola Era d'estate ed è un film del 2016 diretto dalla regista e sceneggiatrice romana, Fiorella Infascelli con protagonisti Massimo Popolizio e Giuseppe Fiorello che interpretano rispettivamente i ruoli di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Il film è ambientato nell' estate del 1985, qui vedremo Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che dopo aver subito una minaccia più allarmante del solito, verranno trasferiti d'urgenza insieme alle loro famiglie su un'isola del Mar Mediterraneo, all'Asinara. Incuriosita da quella vicenda, la regista ha cominciato a fare alcune ricerche e ha così scoperto che i due giudici sono stati ospitati sull'isola per un motivo ben preciso: sfuggire a un attentato organizzato da Cosa Nostra. Credo che abbia attraversato tutti quanti. Ero all'interno del vecchio carcere dove gli operai del Petrolchimico si erano autoreclusi per protesta. Mi disse che lì Falcone e Borsellino nel 1985 avevano scritto parte dell'ordinanza del maxi processo. In questo particolare racconto non rivivremo solo i pensieri, le ansie e la voglia di smantellare la mafia di Falcone e Borsellino, ma avremo anche un punto di vista diverso sulle loro famiglie. Nel giro di poche ore Caponnetto diede ordine ai servizi di portare Falcone e Borsellino in un luogo sicuro.

La vicenda di "Era d'estate" si apre all'Asinara nel 1985. Storie di mogli e soprattutto di figli che sono al loro seguito. Sempre Caponnetto raccontava che i due giudici non avevano con loro le carte del processo, e che quindi per molti giorni non poterono lavorare. Questo racconta e inventa il film: la loro intimità, Paolo e Giovanni che raccolgono i ricci e intanto parlano della morte, Paolo che recita la Divina Commedia, le liti, i conflitti, le freddure di Giovanni, Manfredi che scappa, le cene sul mare, le paure, e le notti svegli in attesa di notizie.

Ogni volta che guardavo le loro fotografie, quelle che tutti conosciamo, la cosa che mi colpiva era la loro complicità, il loro modo di guardarsi ridacchiando, la loro ironia, spesso dimenticata, e che invece era una parte così importante della loro vita. Un progetto ambizioso e commovente che si fa testimonianza dell'incredibile amicizia tra questi due personaggi.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE