Due false segnalazioni di Blue Whale

Aristofane Mori
Mag 31, 2017

Questo un ragazzino del Miranese, spinto dai genitori, ha confessato ai carabinieri a proposito di un amico che gli avrebbe rivelato di aver iniziato a seguire le regole del Blue Whale, il folle gioco che ha già provocato decine di vittime adolescenti in Russa e che nell'ultimo periodo si è esteso anche in Europa. Alcuni sembrano falsi allarmi. Subito dopo i poliziotti hanno scoperto che un compagno di classe del presunto giocatore, per scherzare, aveva mandato l'Sms con i riferimenti al "Blue Whale".

MIRANO "Un mio amico ha cominciato il gioco". Intervistato dal CorSera, il magistrato spiega: "Questi casi sotto osservazione ci sono stati segnalati dalle scuole e non dalle famiglie". Ma anche l' idea che un insegnante perda tempo e non possa svolgere il suo programma scolastico per individuare "stigmate" sugli alunni e scoprire se anziché studiare spendono i loro pomeriggi a seguire i dettami della balena blu mi fa molto incazzare. "Quasi tutte femmine". Così Ciro Cascone, procuratore capo al Tribunale per i minorenni del capoluogo lombardo, racconta al Corriere della Sera di quattro adolescenti probabilmente coinvolte nel gioco in rete che istiga al suicidio. Personalmente ricordo la mia adolescenza come un' infinitá di doveri: mi allenavo tutti i giorni, andavo a rastrellare il fieno con i nonni, studiavo alle 5 della mattina prima di prendere il pullman, cucinavo quando mia madre non c' era, chiedevo un paio di scarpe nuove che non sempre arrivavano. "Lei è sicuramente fragile ed è quindi stata adescata in maniera più violenta". "Si tratta di quattro ragazzine, di età compresa tra i 12 e i 15 anni, che presentano piccoli tagli sulle labbra e vicino al polso, sono strane sigle come 'F57' e lettere A".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE