Gb, il terrore piomba sul voto: Corbyn chiede dimissioni May

Remigio Civitarese
Giugno 5, 2017

E' un'opinione - ha insistito - condivisa da "persone molto responsabili" che sono "molto preoccupate". Altri sondaggi pubblicati nel weekend assegnano invece un margine di vantaggio assai inferiore ai Conservatori. La questione riguarda direttamente il leader laburista Jeremy Corbyn, le cui visioni sulla politica internazionale e sul terrorismo sono note da tempo e ispirate al vecchio e trito armamentario del radicalismo di sinistra: il terrorismo sarebbe colpa nostra, in estrema sintesi, e tutto quello che dovremmo fare per combatterlo è un gigantesco passo indietro dal mondo.

Gli attentati hanno già dimostrato in passato di non incidere più di tanto sul voto britannico. May - ha tuonato Corbyn - dovrebbe "dimettersi per aver presieduto ai tagli" imposti alle forze di polizia mentre era ministro dell'Interno. Ma la sua immagine di donna risoluta ha subito danni considerevoli e, sebbene si pensi che finirà col vincere, non appare più come la lady di ferro il cui fantasma aveva cercato di rievocare all'inizio della campagna. Per ora, come ha spiegato, "la violenza non può interrompere il processo democratico".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE