MotoGp, Vinales in "pole" al Mugello. Ma Valentino è subito dietro

Paola Ditto
Giugno 6, 2017

In Italia naturalmente sarà molto attesa anche la Ducati: finora Andrea Dovizioso ha fatto meglio di Jorge Lorenzo, il cui adattamento alla Rossa di Borgo Panigale si sta rivelando abbastanza complicato, ad eccezione del podio di Jerez.

Valentino Rossi ha recuperato alla grande e si piazza secondo per la griglia di partenza del MotoGP che si disputerà domani al Mugello. "Sapevo che la gara di oggi sarebbe stata molto più difficile del solito per me" - ha esordito Rossi dopo la gara - "Mentre in sella mi sono sentito a posto e ho ben guidato senza sentire dolore, ero comunque molto affaticato e sapevo che 23 giri sarebbero stati lunghi e duri da superare". "Sicuramente farò del mio meglio per scendere in pista domenica" ha concluso.

Ci ha tenuto poi a tributare un omaggio ad Andrea Migno (suo allievo nella VR46 Riders Academy) per il suo successo in Moto3 ed a Mattia Pasini per quello in Moto2: "Ognuno ha la sua storia e Migno è considerato uno che ha un po' meno talento però ci mette una dedizione ed una convinzione in allenamento che sono quasi commoventi. Il problema è che siamo tutti lì, sia come giro "secco" sia come passo, e quindi sarà una lotta serratissima". Il tifo potrà dare una spinta in più, così come il motore sul lungo rettilineo che dà sempre è una delle caratteristiche salienti del circuito toscano.

"Purtroppo sono caduto mentre mi allenavo con una moto da cross". A Barcellona però sarà diverso perché dovremo cercare di farla funzionare con poco grip perché lì l'asfalto ne ha veramente poco. Per me è deludente non essere sul podio al Mugello, ma pensando a dov'ero un paio di giorni fa e alla grossa botta che ho preso, posso dire che in fin dei conti è stato un weekend positivo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE