Botulino: 2 studenti gravi dopo aver mangiato conserve. ALLARME BOTULINO

Modesto Morganelli
Giugno 19, 2017

Due studenti, tra cui un viterbese fuori sede, sono ricoverati in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, da ieri. Dopo aver consumato alcuni alimenti, i due studenti hanno cominciato ad accusare malori durante la notte: forte nausea e dolori di stomaco i sintomi più aggressivi che li hanno spinti a chiamare i soccorsi. Uno dei due ha avuto un arresto cardiaco. Per questi motivi le conserve devono essere opportunamente trattate al fine di scongiurare gravi conseguenze che possono comportare anche il decesso. I test eseguiti hanno dato esito positivo, riguardo ad un'intossicazione da botulino. Casi simili si sono verificati già in passato. "Solo il precoce riconoscimento dei sintomi - ha spiegato Carlo Alessandro Locatelli, Presidente SITOX e Direttore del Centro Antiveleni di Pavia - Centro Nazionale di Informazione Tossicologica IRCCS Fondazione Maugeri - puo' consentire il trattamento antidotico per evitare l'evoluzione verso l'insufficienza respiratoria".

Alimenti sottovuoto, l'indiziato numero uno è il botulino. A quanto pare responsabile dell'avvelenamento è stata una conserva di salsa di pomodoro. I prodotti caseari, le conserve di carne e il pollame costituiscono invece un veicolo minore, anche se non sono del tutto esenti da rischi (come ha dimostrato la comparsa del botulino in una partita di mascarpone italiano nel 1996).

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE