Obesità, in aumento la mortalità: allarme mondiale

Modesto Morganelli
Giugno 19, 2017

Visto che "l'elevata prevalenza dell'obesità e del sovrappeso nei bambini in molti Stati membri è un grande pericolo per la salute" e che "l'obesità infantile è un forte precursore dell'obesità in età adulta", con le conseguenze "economiche e per la salute" che questo comporta, il Consiglio dell'Ue, oggi riunito a Lussemburgo nella formazione Lavoro, Politiche Sociali, Salute e Consumatori, riconosce che "le politiche esistenti volte a promuovere la salute e a prevenire il sovrappeso e l'obesità infantile non sono state sufficientemente efficaci". La Washington University ha indetto una ricerca che è stata pubblicata sul New England Journal of Medicine e nel giro di pochi anni, in nazioni come Brasile, Indonesia, Turchia e in alcune zone africane, l'eccesso di peso è diventata una delle cause maggiori di morte, affiancandosi al morire di stenti: difficile togliere dalla mente le immagini dei bambini pelle ed ossa coperti di mosche che passano in TV con la pubblicità. Di queste, solo nel 2015, quattro milioni hanno perso la vita per problemi di salute correlati proprio al peso eccessivo.

Ciò che più spaventa è il peggioramento della situazione alimentare anche nei paesi in via di sviluppo, gli stessi nei quali si moriva di fame solo lo scorso decennio. Basta già entrare nella fascia del sovrappeso - riconoscibile con un indice di massa corporea compreso tra 25 e 30 - per mettere a repentaglio la propria vita. Il 39 per cento dei decessi analizzati infatti, così come il 37 per cento dei casi di disabilità, sono stati individuati in persone in sovrappeso. In particolare sono risultati 108 milioni di bambini e oltre 600 milioni di adulti obesi (con indice di massa corporea sopra 30). I tassi più bassi di obesità si riscontrano invece in Bangladesh e Vietnam, rispettivamente l'1% della popolazione.La Cina, con 15.3 milioni, e l'India, con 14,4 milioni hanno il più alto numero di bambini obesi; gli Stati Uniti, con 79,4 milioni e la Cina con 57,3 milioni hanno il più alto numero di adulti obesi.

L'obesità resta tra le principali concause di malattie cardiovascolari, disturbi metabolici e decine di tumori: tiroide, esofago, stomaco, pancreas, fegato, colon-retto, seno, ovaie, utero, rene. Per tutti loro i rischi per la salute sono tanti. Inoltre, secondo i dati della Società italiana di chirurgia dell'obesità ogni anno nel nostro Paese 57mila persone muoiono per patologie collegate all'eccesso di peso.

Obesità, 2 miliardi di obesi e 4 milioni di morti al mondo. Sono i numeri allarmanti presentati dagli esperti in occasione della tavola rotonda dal titolo 'Obesità: malattia negletta' a Milano in occasione di Spazio Nutrizione, il congresso sulla sana alimentazione.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE