Rogo Londra: morti i 2 ragazzi italiani

Rodiano Bonacci
Giugno 19, 2017

Queste le ultime parole che Marco Gottardi, 27 anni, pronuncia al telefono con il padre Giannino poco prima che i 24 piani del Grenfell Tower di Londra fossero completamente avvolti dalle fiamme, nella notte del 14 giugno. Lo ha dichiarato il comandante Stuart Cundy of the Metropolitan police, aggiungendo di sperare che il bilancio definitivo non superi i 100 morti, dai 17 a cui si è ufficialmente arrivati al momento. Non si sa ancora con certezza se lei e i residenti apparsi nel video siano riusciti a salvarsi. I genitori si sono subito preoccupati nel sentire la sua chiamata arrivare alle 3 di notte. Così la mamma cercava di tranquillizzare Gloria fino a quando la comunicazione si è interrotta. Ha spiegato un rivenditore al 'The Times' che questo tipo di rivestimento, essendo a rischio infiammabilità, non è ritenuto adeguato per gli edifici superiori a dodici piani. In particolare una ragazza citata da SkyNews ha detto di aver visto con i suoi occhi una persona lanciarsi nel vuoto. La regina Elisabetta in visita al quartiere. Hanno richiuso la porta, lasciando di fuori l'inferno. Un bambino si e' salvato dopo essere stato lanciato nel vuoto da una finestra al nono piano dalla madre, avvolto in un lenzuolo.

Marco Gottardi ha continuato a garantire che i soccorsi stavano arrivando e che la situazione si poteva risolvere. Ci vorranno settimane o mesi, ha aggiunto la polizia, per identificare tutti i corpi. Le ho passato un vigile del fuoco per tranquillizzarla. Mi aveva detto che il grattacielo in cui aveva trovato un appartamento in cui vivere non era sicuro.

Saber Neda, 57 anni, è rimasto ferito durante la fuga. "È un pensiero terrificante - facevano sapere - ma temiamo che solo un evento catastrofico esporrà l'inettitudine e l'incompetenza del nostro proprietario e potrà porre fine alle pericolose condizioni di vita e all'incuria verso le norme di sicurezza che vengono inflitte agli inquilini". "Di lui non sappiamo più nulla". "L'ultimo contatto è delle 4:07".

Sono 19, invece, le persone ancora ricoverate in ospedale.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE