Si dimettono i vertici della Consip, Cda decaduto

Remigio Civitarese
Giugno 20, 2017

E' quanto si apprende da fonti. La notizia dell'iscrizione sul registro degli indagati di Ferrara si è diffusa nel pomeriggio da ambienti parlamentari. Nell'estate 2016 si allunga fino a Roma, negli uffici di Consip e della Romeo.

Salta l'ad Luigi Marroni, uno dei protagonisti dell'inchiesta sulla centrale acquisti della Pubblica Amministrazione e "accusatore" del ministro Lotti sulla rivelazione del segreto d'ufficio.

Agenpress - Luigi Ferrara (presidente) la consigliera Marialaura Ferrigno si sono dimessi dal Consiglio di Amministrazione della Consip, che è così decaduto in quanto essendo formato da tre membri (l'altro è l'amministratore delegato Luigi Marroni) decade l'intero organismo della Controllata dal Mef. E anche che Ferrara gli aveva detto che erano entrambi intercettati e di averlo a sua volta saputo dal comandante Generale dei Carabinieri, Tullio Del Sette.

L'ufficializzazione delle dimissioni arriva dopo che, ieri, Ferrara è stato ascoltato dalla Procura di Roma sul caso legato alla società. Il diretto interessato ha sempre respinto tutte le accuse a suo carico e si considera vittima di una ingiustizia. Proprio a poche ore dalla discussione al Senato delle mozioni che puntavano prioprio sull'azzeramento dei vertici. "Se ha sollevato dubbi su appalti, politica e sinistra deve poterlo dire e noi non accetteremo che venga silenziato", ha dichiarato Matteo Salvini a "L'intervista" di Maria Latella: "Non vorrei che si azzerasse tutto perché c'è qualcuno che vuole parlare". All'amministratore delegato, Luigi Marroni, il compito di convocare entro otto giorni l'assemblea dei soci che nomini il nuovo Cda. E anche Mdp con Miguel Gotor aveva annunciato battaglia: "il governo dovrebbe fare chiarezza, come abbiamo già chiesto presentando una nostra mozione su Lotti. Mi limito a ricordare che Marroni parla nelle vesti di testimone e quindi è obbligato a dire la verità".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

PIÙ POPOLARE GrafFiotech

Segui i nostri GIORNALE