Valentino attacca Zarco: "Non è cattivo, non è proprio capace!"

Paola Ditto
Giugno 27, 2017

Il Gp di Assen regala emozioni e celebra la prima vittoria di Rossi in stagione e l'ennesima impresa. "Ho cercato di infilarmi, ma anche lui era piuttosto veloce in quel punto, quindi ci siamo toccati". Il pilota romagnolo ha adesso 115 punti, 4 in più di Maverik Vinales (111) e sette in più di Valentino (108).

Dalla prima fila partirà anche Danilo Petrucci, che aveva assaporato anche la pole, ma che alla fine si è dovuto arrendere al francese e allo spagnolo. Subito è arrivata la replica di Valentino Rossi, che con il suo solito fare ironico ha commentato il tutto così: "Ho capito che Zarco non è cattivo... Quello è l'obiettivo e dobbiamo lavorare per raggiungerlo, ma siamo già vicini". Ho fatto un'ottima partenza dalla pole e con l'asfalto asciutto dell'inizio gara sono riuscito a prendere il comando avendo grande confidenza.

Poi il ternano aggiunge: "Lo scorso anno ero in testa alla gara e si è rotta la moto, oggi sapevo che potevo attaccare e invece me lo hanno impedito".

Nessun ripensamento e niente scuse da parte del francese dunque, che dimostra comunque sportività: "Lui è stato un combattente ed ha vinto, anche oggi si è mostrato un esempio". Me la godo, dopo un anno è ancora più bello. Quando però gli hanno chiesto del contatto con Zarco in gara, che avrebbe potuto compromettere la gara di entrambi, l'espressione è cambiata incupendosi. "Non è cattivo è proprio che non è capace, non capisce le distanze. Ora gli mando la fattura perché la tuta era nuova (ride)".

Probabilmente tra i due sta nascendo una certa rivalità, che può portare ad una aggressività sia dentro che fuori la pista e che genera situazioni come quella di Assen. Soltanto nono Andrea Dovizioso su Ducati. Sia sul bagnato, sia quando la pista si va asciugando mi sono sempre trovato bene, anche in Moto2, e ho sfruttato l'occasione.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

PIÙ POPOLARE GrafFiotech

Segui i nostri GIORNALE