Carige, deliberato aumento capitale di 500 mln

Cornelia Mascio
Luglio 3, 2017

Così Fiorentino per i 2,4 miliardi di Npl starebbe pensando di affidarne la gestione ad una struttura "ad hoc" ma interna, procedendo per intanto ad eventuali cessioni di immobili (il patrimonio immobiliare dell'istituto è stimato tra i 700 milioni e il miliardo) e di partecipazioni "non strategiche" (come la quota eccedente il 3% di Banca d'Italia e quella in Autostrada dei Fiori) per reperire mezzi freschi. E' quanto si apprende da fonti finanziarie.

E' appunto all'interno di questa cornice, che il consiglio di amministrazione di Banca Carige in programma oggi potrebbe rivelarsi se non decisivo perlomeno molto importante.

Il consiglio di amministrazione di Carige è stato convocato nuovamente per lunedì prossimo, 10 luglio.

Nella prossima riunione dell'istituto ligure dovrebbe venire convocata l'assemblea degli azionisti, che sarà chiamata ad approvare l'aumento di capitale da 500 milioni deliberato oggi dal Cda.

Bene il titolo in Borsa che è cresciuto del 3,89% a 0,195 euro. La mossa del resto era inevitabile per snellire la taglia dell'aumento di capitale, mentre l'azionista Vittorio Malacalza aveva messo in chiaro che non avrebbe accettato "svendite". Sarebbe quindi mantenuta anche la controllata Cesare Ponti, attiva nel private banking, già messa sul mercato nel 2015 e poi ritirata.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE