Roma, Gonalons si presenta: "Ho accettato senza esitare" 106 08-07

Remigio Civitarese
Luglio 8, 2017

"Non vanno messe sullo stesso piano dichiarazioni regalate a un tifoso o quelle rilasciate in conferenza. Posso solo dire che Roma è una grande squadra e sono venuto qui per questo". "Sono contento di come stiamo lavorando, le squadre non ci chiudono adesso ma a fine agosto. Se ci vedremo al Circo Massimo non lo so, però l'importante è avere argomenti per andarci".

Il dirigente ha poi continuato: "Manolas e Nainggolan? Io dirò sempre quello che interessa alla Roma, indipendentemente dalle critiche successive".

Di Francesco aspetta anche rinforzi sulle fasce. E' un giocatore importantissimo nel calcio europeo, è sempre stato un mio obiettivo averlo, fortunatamente quest'anno ci sono state le circostanze per prenderlo. "E' la mia filosofia".

Francesco in questo momento sta riposando, come è normale e logico che sia.

Che cosa ti aspetti dalla Roma? La decisione spetta a lui e la prenderà quando lo riterrà opportuno. La Roma è casa sua e per entrare non deve nemmeno bussare. La Roma è un grande club.

Maxime Gonalons si presenta ai tifosi della Roma.

L'allenatore e i ruoli.

Ho già parlato con Di Francesco, con l'aiuto del traduttore. Il mio ruolo è molto importante per lui. Il mister mi ha dato molta fiducia e quando un allenatore ti dimostra fiducia non resta che allenarsi al massimo e ricambiarla. Dovrò adattarmi a una nuova cultura e a un nuovo tipo di gioco. Preferisco che un calciatore arrivi più tardi, ma sia quello che voglio, che affrettare una decisione.

"E' un grandissimo calciatore, lo ammiro da tempo, è sempre stato un esempio".

"Non parlo ancora iitaliano, sono molto contento di essere qui".

Maxime Gonalons poteva arrivare in Italia qualche anno fa quando è stato cercato dal Napoli ma il centrocampista aveva rifiutato la proposta: "Avevo già rettificato ciò che il mio agente ha dichiarato". Siamo un ottimo centrocampo.

"Sì. Credo che l'epoca dell'uscita di giocatori importanti sia finita per il nostro club". Avrei voluto emularlo rimanendo per sempre nella stessa squadra, non ci sono riuscito. So che c'è la Juventus che domina, ma noi faremo del nostro meglio per competere con lui.

Può essere, chissà. E' un anno molto importante per me, anche in chiave di nazionale.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE