Inter, Ausilio a Sky: "La squadra si costruisce con la logica"

Paola Ditto
Luglio 15, 2017

Partirebbe solamente se ci fosse la giusta offerta, con contropartite non solo economiche sufficienti per noi. Così il neo coordinatore tecnico di Suning Sports Group, Walter Sabatini, ha risposto nella conferenza stampa durante il ritiro dell'Inter a Riscone riguardo i prossimi colpi di mercato del club. Lui sa i nomi di mercato che stiamo seguendo e non ci facciamo prendere dall'ansia. Il calcio brasiliano è più individualista del nostro. Suning ha avuto successo in molte aree e voglio anche farlo nel calcio, ma in un anno non si inventa nulla.

La vicenda la seguo come quella di altri calciatori, com'è giusto che sia. E' una possibilità importante per l'Inter, ma la ritengo un'operazione impossibile. Ma deve restare chi ha la giusta motivazione, lo United è fortemente interessato, ma conoscono la nostra idea e vediamo cosa succederà. Arriva da un campionato diverso, ci sta avere difficoltà di ambientamento e tattiche. Il Milan ha ribaltato la rosa, l'Inter ha fatto una scelta preventiva diversa perché ha dimostrato di essere una squadra molto competitiva.

GABIGOL - "Dobbiamo capire quale sia il percorso migliore per la sua crescita. Magari si può anche favorire il prestito, decideremo con il ragazzo e con Spalletti". Dalbert lo considero molto forte, noi abbiamo accettato i tempi della sua acquisizione su richiesta del Nizza. E' una cosa lunga, il Nizza non vuole venderlo, bisogna avere pazienza e strategia.

RAPPORTO CON SABATINI - "Ci sarà occasione per stare tutti insieme e parlare. La Roma lo proteggerà fino in fondo, sicuramente non nego che vorrei portarlo qui". In poco tempo tutto si è ribaltato, Milan scatenato e squadra rivoluzionata e Inter ferma, apparentemente impassibile, con uno Spalletti in attesa di rinforzi ed obiettivi che restano al momento sogni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE