Libia. al-Arabiya, 'Jalaluddin al-Tunisi successore di al-Baghdadi'

Remigio Civitarese
Luglio 17, 2017

E' quanto riporta la tv panaraba al-Arabiya, la quale indica che al-Tunisi, attuale leader del gruppo terroristico in Libia, "è, trai pochi leader rimasti, ad essere il più qualificato a prendere il posto di al-Baghdadi". Che al Baghdadi si nascondesse in un sobborgo di Raqqa lo aveva dichiarato il responsabile della gestione delle informazioni e lotta al terrorismo del ministero degli Interni iracheno Abu Ali al Basri.

Nei giorni scorsi la notizia della morte di Abu Bakr al Baghdadi è stata confermata dalla stessa organizzazione in un breve comunicato, in cui è stata annunciata a breve la nomina di un successore. Il suo vero nome e' Mohamed Ben Salem al-Ayouni, detto al Tunisi. E' immigrato in Francia negli anni '90 dove cercò di ottenere la cittadinanza prima di tornare nel 2011 in Tunisia durante la "rivoluzione dei gelsomini", considerata la prima 'primavera araba'. Ma da qui si sposto in Siria dove a marzo di 6 anni fa era iniziata la guerra contro il regime di Bashar Assad. "Nel 2014 - continua l'emittente saudita - annunciò di essersi unito all'Isis di cui divenne uno dei più importanti leader, molto vicino ad Abu Bakr al-Baghdadi".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Lo scorso anno, dopo la disfatta dell'Isis a Sirte, al Baghdadi "lo nominò Emiro dell'organizzazione in Libia, perchè credeva fosse in grado di vincere e garantire la presenza dell'organizzazione, ma anche per i suoi buoni rapporti con altre organizzazioni estremiste attive in Nord Africa, quale Uqba ibn Nafi, affiliata ad al-Qaida".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE