Morto Martin Landau, il comandante Koenig di "Spazio 1999"

Brunilde Fioravanti
Luglio 17, 2017

Lo si era visto ancora recitare recentemente, nell'ultimo film di Atom Egoyan, Remember, nel quale interpreta un anziano sopravvissuto all'Olocausto. L'attore Martin Landau, che tanti ricordano per l'interpretazione del comandante Koenig nella serie fantascientifica-cult Spazio 1999, si è spento domenica sera per una complicazione medica seguita a un affaticamento cardiaco per cui aveva deciso il ricovero in un ospedale a Los Angeles, dove viveva.

Landau era nato a Brooklyn, (New York), figlio di Morris, di professione meccanico, e Selma Landau, ambedue immigrati austriaci di origine ebraica. Uscito dalla scuola cominciò a lavorare a Broadway, ma la prima occasione cinematografica importante la ebbe con Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock nel 1959.

L'attore, 89 anni, aveva anche vinto un premio Oscar nel 1995, per la sua interpretzione di Bela Lugosi in Ed Wood, film di Tim Burton con Johnny Depp. Nel 1975, per tre anni, fu la volta di Spazio 1999, la serie fantascientifica ideata da Gene Roddenberry, già creatore di Star Trek. Poi diventa il comandante John Koenig, capo della base lunare "Alpha".

Dopo un lungo periodo di ruoli minori, la carriera dell'attore ha una svolta quando ha ormai compiuto sessanta anni: nel 1988 conquista infatti un ruolo di rilievo a fianco di Jeff Bridges in 'Tucker - Un uomo e il suo sogno' di Francis Ford Coppola.

Dopo quell'exploit Martin Landau mantenne una presenza costante nelle serie tv - Senza traccia, Entourage: per entrambe ottenne una nomination agli Emmy - e al cinema, con apparizioni in X-Files - Il film (1998), EdTv (1999) di Ron Howard, The Majestic (2001) di Frank Darabont, e in alcuni film di Tim Burton, da Il mistero di Sleepy Hollow (1999) al recente Frankenweenie (2012), nel quale prestava soltanto la sua voce.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE