Seul propone al Nord colloqui militari

Remigio Civitarese
Luglio 17, 2017

La Corea del Sud ha proposto a Pyongyang un nuovo round di colloqui a livello militare.

Lo stesso giorno il ministero della Difesa della Corea del Sud ha diffuso la notizia dell'appello rivolto alla Corea del Nord per tenere il 21 luglio, dal lato nordcoreano di Panmunjom, un colloquio consultivo tra vertici delle forze armate e sospendere tutte le azioni ostili nelle zone militari limitrofe che potrebbero influenzare negativamente i rapporti tra i due Paesi.

Se i colloqui dovessero essere confermati, sarebbero i primi, a livello militare, negli ultimi tre anni. Il governo sudcoreano vuole il riavvio del tavolo negoziale sulle riunioni delle famiglia separate dopo l'armistizio del 1953, ridando slancio al ciclo di incontri fermo dall'ottobre 2015.

Moon, in un intervento tenuto a Berlino circa una settimana fa in vista del G20 di Amburgo, ha detto di voler incontrare Kim "in ogni momento, in ogni luogo, se si definiscono le condizioni giuste e sarà possibile fornire un'opportunità di trasformare la tensione e il confronto attuale sulla penisola coreana". Il quotidiano l'ha descritta come "sofismi che pongono ostacoli piuttosto che migliorare le relazioni Nord-Sud".

Unica nota positiva, secondo il Rodong Sinmun, il richiamo fatto da Moon nel suo discorso alle dichiarazioni congiunte del 2000 e del 2007, durante le due iniziative intercoreane maturate con la "sunshine policy".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE