Traffico di droga, nuovo arresto per l'ultrà Genny 'a carogna

Remigio Civitarese
Luglio 17, 2017

Si tratta del capo-ultrà del Napoli noto per la "mediazione" che scattò poco dopo la sparatoria a Tor di Quinto costata la vita ad un giovane tifoso partenopeo, Ciro Esposito, in occasione della partita tra Fiorentina e Napoli, il 3 maggio 2014, valevole come finale di Coppa Italia. Grazie a un'indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli è stato scoperto un collegamento tra fornitori di droga olandesi e un'organizzazione criminale di Forcella a capo della quale c'era Gennaro De Tommaso.

Nel corso delle indagini, i carabinieri di Napoli, su mandato della Direzione distrettuale antimafia partenopea, hanno documentato collegamenti tra fornitori di droga olandesi e il gruppo criminale di Forcella con a capo Gaetano e Gennaro De Tommaso, . De Tommaso già era ai domiciliari, per reati di droga; ora è scattato il carcere. Il gruppo napoletano organizzava l'importazione, la vendita e la distribuzione di marijuana e amnesia su tutto il territorio nazionale, prima che, a partire da gennaio, con una serie di operazioni di polizia, non venissero arrestate circa 100 persone complici di questa associazione per delinquere.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE