Il primo cuore artificiale con la stampante 3D

Modesto Morganelli
Luglio 18, 2017

Le ultime novità su questo frangente ci arrivano da Zurigo, dove un gruppo di ricercatori è riuscito a costruire un cuore artificiale, realizzato utilizzando una stampante 3D.

Il risultato si deve ai ricercatori del Policlinico federlae di Zurigo, che ha pubblicato lo studio sulla rivista Artificial Organs. Il primo test di questo dispositivo, che riproduce fedelmente forma e dimensioni del cuore umano, è stato un successo. Sono stati così in grado di eseguire una tale impresa con l'aiuto di una stampante 3D. l cuore in silicone è stato creato con una stampante 3D. Pompa il sangue grazie a una camera interna, che si espande e si contrae, a imitazione dei movimenti muscolari. Il silicone e la sua creazione "monoblocco", poi, permetterebbero all'organo artificiale di pompare il sangue con movimenti simili a quelli di un cuore naturale.

Un cuore artificiale funzionante ricreato con la stampa 3D
Batte come un cuore vero ma è in silicone, realizzato con la stampante 3D

Questi soft robot sono un'alternativa ai comuni rimedi meccanici, composti da materiali duri e da una struttura che potrebbe creare delle complicazioni non solo a livello strutturale ma anche a livello fisiologico. Al contrario delle pompe attualmente disponibili per i pazienti in attesa di trapianto, questo cuore è morbido ed è in grado di contrarsi ritmicamente, ma non riesce a vivere per più di 30 minuti.

Sono 26 milioni le persone nel mondo che, secondo i dati dell'ETH Zürich, soffrono di insufficienza cardiaca e i donatori non bastano a soddisfare la richiesta. Al momento, però, la ricerca dell'Eth non punta tanto a una sostituzione integrale: il trapianto, dicono gli studiosi, al momento resta la soluzione migliore. Ma la loro idea potrebbe rappresentare un "ponte" in grado di garantire tempi di attesa più lunghi in attesa di un donatore compatibile.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE