Ubriaco e al telefono: tampona e uccide un avvocato

Remigio Civitarese
Agosto 12, 2017

Il van Mercedes nero guidato dal peruviano ha prima impattato violentemente contro la Mini scaraventandola a 50 metri di distanza e poi ha terminato la sua corsa contro il palo del semaforo abbattendolo.

Arrivano nuovi particolari sull'incidente che è costato la vita a un giovane avvocato nella periferia di Milano. Dalle prime ricostruzioni dei vigili urbani sembra che il peruviano si sia distratto anche per guardare il cellulare.

Al peruviano la questura di Milano aveva ritirato la patente. L'auto della vittima, Luca Andrea Latella, un 31enne di Milano, era ferma al semaforo in attesa del verde per poter attraversare l'incrocio.

Al volante del van che ha tamponato una Mini Cooper d'epoca c'era un 34enne di origini peruviane.

Il conducente della Mini d'epoca, un notissimo avvocato di 31 anni, è morto sul colpo per le ferite riportate. Il pm di Milano Sara Arduini ha chiesto la convalida dell'arresto e la custodia cautelare in carcere.

L'incidente stradale è avvenuto venerdì 11 agosto, e dopo 24 ore il pm dopo averne accertato l'esatta dinamica ha disposto per l'uomo la custodia cautelare in carcere. Il professionista, Luca Andrea Latella, laurea in Bocconi, legale all'Eni, è morto per le gravi ferite riportate nell'urto. Il conducente del van è un peruviano di 34 anni, che dopo essere stato portato all'ospedale Niguarda è stato trasferito in carcere.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE