Trentino, orsa KJ2 abbattuta dalla Forestale: aveva aggredito un uomo

Remigio Civitarese
Agosto 13, 2017

A renderlo noto proprio i forestali con un comunicato rilasciato solo poco fa.

Non è riuscita a sopravvivere l'orsa KJ2 che nella serata di ieri è stata uccisa dagli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento in attuazione dell'ordinanza emessa dal presidente della Provincia per garantire la sicurezza delle persone.

Immediate le proteste delle associazioni animaliste. L'uomo, un idraulico di 69 anni, aveva riportato ferite violente a un braccio e a una gamba, e per mettersi in salvo era finito in un dirupo - non raggiungibile dall'animale - da cui aveva chiesto e ottenuto soccorso.

L'abbattimento dell'orsa, dice la Provincia autonoma di Trento, "è stato possibile grazie alle precedenti attività di identificazione genetica e successiva cattura e radiocollarizzazione ai fini della riconoscibilità dell'animale".

L'ordinanza, questa la posizione della Lav, "si basa sull'affermazione che 'un esemplare di orso bruno ha attaccato, senza essere provocato, una persona causandone il ferimento'".

L'abbattimento era l'unica soluzione? Secondo l'Enpa no, tanto che su Twitter l'ente sostiene che l'uccisione di KJ2 è stata presa per incapacità.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE