Ecstasy: può aiutare a guarire la sindrome da stress post traumatico

Modesto Morganelli
Settembre 1, 2017

Il rilascio di noradrenalina, dopamina e serotonina influenzano l'umore, ecco perché l'ecstasy è stata indicata per il trattamento della sindrome da stress post traumatico.

Ecstasy contro stress: farmaco come la cannabis. Ossia: Ecstasy a scopo curativo in farmacia? Per chi ha subito traumi importanti la speranza potrebbe chiamarsi MDMA.

Disturbo post-traumatico da stress: perché l'ecstasy è una cura? Una notizia che fa discutere molto e non manca l'ironia anche se si tratta di una questione seria.

Breakthrough Therapy, cos'è una terapia rivoluzionaria. Sfrutta l'utilizzo di un farmaco allo scopo di guarire una malattia grave o anche letale. Sembra che proprio negli ultimi giorni, l'americana Food and Drug Administration ha inserito nella famosa droga nell'elenco delle terapie consentite e dunque l'MDMA potrà essere tranquillamente prescritta dal proprio medico curante, al fine di curare dei disturbi psicologici derivanti da traumi.

Nei test l'ecstasy, che viene usata insieme alla psicoterapia, è stata capace di eliminare la connessione tra piccoli stimoli sensoriali, come un odore o un suono, e il ricordo traumatico, che scatena spesso le reazioni psicotiche. "Assumendo piccole quantità della sostanza durante le sedute i soggetti possono rievocare e rielaborare il ricordo".

Spiega il fondatore del consorzio, Rick Doblin, che finora sono state trattate, in test di fase due, 107 persone che in media hanno sofferto di disturbo da stress post traumatico per ben 17,8 anni; delle 90 persone ancora reperibili dopo un anno, ben 61 non avevano più il disturbo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE