Doping di Stato:assolti 95 atleti russi

Paola Ditto
Settembre 13, 2017

"Era un sistema che si è evoluto da un caos incontrollato fino ad una vera e propria cospirazione istituzionalizzata e disciplinata che puntava a vincere le medaglie".

L'agenzia mondiale antidoping (Wada) ha deciso di assolvere 95 atleti russi su 96 nell'ambito dell'inchiesta sul doping di stato in Russia emersa dal rapporto McLaren nel luglio 2016. Molti di loro hanno preso parte all'Olimpiade invernale di Sochi e avrebbero fatto uso di sostanze proibite. E in più i campioni di urine contaminati sono stati distrutti. Ma i dirigenti della Wada incaricati di costruire le accuse contro i 95 atleti russi in questione non sembrano aver seguito tutte le piste. Nell'ultimo anno e mezzo ha assunto anche i contorni di un caso politico-diplomatico, con toni da guerra fredda tra Washington e Mosca.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE