Terrorismo a Genova: condannati i membri di una cellula jihadista

Remigio Civitarese
Settembre 13, 2017

Stessa pena e' stata chiesta per Hossameldin Abdelhakim, egiziano di 43 anni, anche lui oggi condannato a 6 anni; mentre per il fratello Antar, 36, la richiesta era di cinque anni e quattro mesi, la condanna a 5 anni. E' invece arrivata l'assoluzione per Hosny El Hawari Lekaa, residente a Borghetto Santo Spirito.

Tre condanne e una assoluzione: questa la sentenza da parte del Tribunale di Genova nell'ambito del processo per terrorismo islamico. Il maggiore dei fratelli di origine egiziana era stato arrestato a Cassano D'Adda (Milano) e secondo l'accusa sarebbe stato il reclutatore mentre il fratello più piccolo abitava a Finale Ligure (Savona).

Attentati - Secondo l'accusa "l'organizzazione diffondeva materiale jihadista e instradava combattenti dal Nord Africa in Siria e Libia per conto dello Stato Islamico". "Vivi a Milano? Ottimo!", si leggeva in un'altra conversazione. "Sei in Italia? Bene".

E uno degli aspiranti jihadisti - sempre in chat - sperava nel "trionfo dei mujaeddin" e si diceva pronto a fare "una carneficina dei kuffar (infedeli) tra cui vivo ogni giorno".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE