Hamilton: "Ferrari più veloci". Wolff: "Su queste piste soffriamo"

Brunilde Fioravanti
Settembre 17, 2017

La Mercedes che esce dalle qualifiche del Gran Premio di Singapore, è un team che, dopo tante certezze, arriva piena di dubbi alla gara di un Gp che si prevedeva difficile in avvio, ma non complicato come si è messo dopo le qualifiche, che hanno visto chiudere le due Frecce d'Argento al 5° e 6° posto, con Hamilton che paga 1" circa dal rivale Vettel e Bottas ad 1 " 3 dalla pole. Poi le due Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, seguite da Kimi Raikkonen, quarto. Le Red Bull sono state sorprendenti, mentre la Ferrari ha accusato qualche intoppo di troppo, ma domani tornerà al vertice. Ho dato tutto, ho spremuto la macchina al massimo, di più non potevo. Così non è stato, le Rosse sono state eccezionali e noi non eravamo assolutamente al loro livello. Ottimismo? In questo momento non ho nulla in mente, è frustrante essere in quella posizione un pò fuori dalla lotta con la Ferrari. "Ma domani può essere tutto diverso", ha continuato l'inglese con un minimo di speranza per la difficile gara di domani. "Sarà più tranquillo sapendo che guiderà la Mercedes anche nel 2018, ma non credo che la sua firma condizionerà la lotta al Mondiale 2017". "Non ci resta che guardare domani, i punti si assegnano dopo la gara e proveremo a fare il massimo".

"La giornata di oggi è filata liscia senza alcun problema - ha affermato il tre volte Campione del Mondo britannico - L'aderenza sull'asfalto non è male, ed anche se al termine di questa prima giornata siamo tutti molto vicini noi, da parte nostra, sappiamo di poter migliorare ancora".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE