Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale

Remigio Civitarese
Settembre 19, 2017

Possibili disagi. L'agitazione, promossa dalla Fit Cisl Toscana, Cgil e Uil, nasce come forma di protesta contro le aggressioni subite in questi ultimi tempi da capotreni e controllori.

Una buona notizia per i pendolari e per coloro che sono abituati a viaggiare in treno: è stato revocato poco fa lo sciopero del 24 settembre che era stato proclamato diverse settimane fa dalle organizzazioni sindacali regionali.

È stata "altissima", in un primo bilancio dei sindacati, la partecipazione dei lavoratori ferroviari allo sciopero regionale indetto oggi da Filt-Cigl, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fast, Ugl e Orsa della Toscana dopo l'aggressione di un capotreno avvenuta a Prato due giorni fa. La capotreno è stata aggredita e picchiata da due passeggere senza biglietto, a cui la donna aveva chiesto le generalità per la multa.

"Le misure messe in atto per contrastare il fenomeno delle aggressioni a danno dei ferrovieri - scrive la Cisl in una nota stampa - ad oggi risultano insufficienti a togliere dall'isolamento chi si trova a svolgere queste attività, sprovvisto degli strumenti e del supporto necessario ad affrontare le violenze personali, fisiche o verbali che siano, che troppo spesso li colpiscono".

Domani, martedì 19 settembre, si terrà uno sciopero regionale del personale Mobile, addetti alla Circolazione, Assistenza e Biglietterie e il personale di Protezione Aziendale di Trenitalia ed Rfi. I treni e le stazioni non possono diventare un luogo di scontro e di violenza e noi continueremo a mettere in campo qualsiasi azione necessaria per tutelare chi lavora e chi viaggia sui treni.

Le richieste dello sciopero sono "maggiore sicurezza e sollecitazione a interventi rapidi e utili a risolvere la problematica delle aggressioni che preoccupano e condizionano da troppo tempo i lavoratori che chiedono di poter svolgere le loro attività di controllo ma anche di accoglienza e di informazione agli utenti nella massima serenità".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE